32,15,0,50,1
600,600,60,1,5000,1000,25,2000
80,300,1,70,12,30,50,1,70,12,1,50,1,1,1,10000
Vettura da Competizione-progetto didattico
Laboratorio di Meccanica
Inaugurazione Laboratorio di Meccanica
Intitolazione Laboratorio di Meccanica
Inaugurazione Laboratori
Inaugurazione Laboratori
Il Motto della Fondazione
Presentazione della Fondazione
Inaugurazione laboratori
Presentazione della Fondazione
Inaugurazione Laboratori
Giuliano Baglioni
Presidente Fondazione Castelli Giuliano Baglioni
Plastico del Castelli di Via Cantore

«Entro tre anni, l’Itis di Brescia sarà l’istituto a più alta tecnologia in Italia». Parola di Simonetta Tebaldini, la dirigente. «Abbiamo portato il livello degli studi e delle esperienze didattiche più avanti di quelli delle scuole tedesche» parola di Giuliano Baglioni, Presidente della Fondazione Castelli. Le dichiarazioni si sono sentite ieri mattina, a margine dell’inaugurazione di tre nuovi laboratori dotati di strumenti informatici e di automazione, gli stessi che i diplomati troveranno nelle aziende di eccellenza una volta usciti da percorso scolastico.

Il costo per l’istituto è stato di 150.000 € (centocinquantamila), cui va aggiunto il lavoro dei docenti, dei tecnici e degli studenti che hanno lavorato durante le ore di alternanza scuola-lavoro in fabbrica, e 1.200.000 € (un milione e duecentomila) in macchinari, e licenze software sono stati donati dalla Fondazione Castelli. A questa importantissima forma di sostegno hanno attivamente contribuito ben nove società del nostro territorio (Automazioni Industriali srl, Gefran spa, Metalwork spa, NuovaMacut srl, Cembre spa, Z.M. Automazione, Virgilio Nastri srl, CIEB Servizi spa, Camozzi spa), a testimoniare il forte attaccamento alle necessità di questo storico ed importante Istituto Tecnico.

 «Basta con la rincorsa, perdente per il mondo delle aule, dei cambiamenti tecnologici ultraveloci, basta con le sorprese e le inadeguatezze varcando per la prima volta i cancelli aziendali. Nei laboratori si saranno già visti i processi, i macchinari, si saranno conosciuti e approfonditi i software. Le nostre imprese, tramite la Fondazione Castelli, si sono mostrate lungimiranti e l’istituto è ben consapevole che oggi al mercato servono tecnici all’avanguardia per le sfide globali» è stato il commento di Diego Peli, presente alla cerimonia in nome della Provincia con l’assessore Marco Fenaroli per il Comune oltre a imprenditori, genitori, ex «castellini», oggi professionisti o manager.

Con i corsi elettrico, elettrotecnico, meccanico, chimico-metallurgico, di informatica, di energia, di telecomunicazioni, il Castelli copre una gamma vasta di offerta.

LA METÀ dei diplomati prosegue all’università, soprattutto a Ingegneria, l’altra metà trova occupazione entro un anno, secondo i dati forniti dalla Preside. L’appoggio della  Fondazione Castelli e delle aziende consente anche altre iniziative. È stato sostenuto ad esempio il gruppo che la scorsa settimana ha partecipato a Eindhoven in Olanda a un concorso di Robotica, vincendo il premio per l’Innovazione con il robot Dante, capace di muoversi su terreni accidentati e raccogliere pezzi da terra. Un componente del gruppo, Ettore Gorni, si è classificato anche primo al concorso nazionale per l’Automazione e giovedì sarà a Roma per la premiazione. I ragazzi ieri sono stati applauditi dagli invitati e hanno regalato una maglietta promozionale alla preside e al presidente Baglioni. Tra i programmi futuri di collaborazione della Fondazione Castelli ci sono l’acquisto di nuovi torni, centri di lavoro a controllo numerico per l’officina meccanica, un microscopio elettronico per il laboratorio di metallurgia, la progettazione di una vettura sportiva da competizione per la partecipazione alle gare specifiche.

Un’altra sinergia, con Tim - Telecom Italia e con alcune ditte bresciane di settore, all’interno dell’alternanza scuola / lavoro, ha dato vita a un corso intitolato «Il mondo iperconnesso», dieci incontri teorico-pratici di tre ore pomeridiane con gli esperti sulle tecniche impiegate nelle reti di nuova generazione, rivolti agli studenti del corso delle Telecomunicazioni e ai sei compagni spagnoli presenti per Erasmus. Il migliore potrà partecipare a un summer camp a Roma.

Magda Biglia

Scopri come detrarre fiscalmente la donazione

Grazie al fondo costituito in "Fondazione Comunità Bresciana ONLUS" è possibile detrarre fiscalmente le donazioni devolute verso la Fondazione Castelli.

Clicca qui per saperne di più